Via imbriani, 105 - Via Torino, 24 - Barletta (BT)+39 339 3551455studiosteoterrone@libero.itStudio di Osteopatia

La diarrea

on 13 Febbraio, 2021
Creato: 13 Febbraio, 2021
Visite: 107
La diarrea è dovuta ad un rapido transito di materiale fecale attraverso l’intestino crasso. Le principali cause di diarrea, con importanti conseguenze fisiologiche, possono essere le seguenti:
1-l’enterite, ovvero l’infiammazione dell’intestino dovuta normalmente a virus o batteri, normalmente è particolarmente diffusa nell’intestino crasso e nella porzione distale dell’ileo.
In questi casi, la mucosa intestinale è fortemente irritata, produce molto muco ed aumenta la sua peristalsi; questi tre meccanismi fanno si che l’intestino si svuoti del materiale infetto il prima possibile; 2-diarrea da tensione psichica, quando in momenti di elevata tensione nervosa (un importante scadenza, un pensiero che ci attanaglia, la paura di affrontare un pericolo). In questi casi si verifica un’eccessiva stimolazione del  Sistema Nervoso Parasimpatico (al riguardo puoi leggere il post relativo alla suddivisione del Sistema Nervoso Autonomo in Simpatico e Parasimpatico) che fa aumentare notevolmente sia la secrezione di muco che la motilità intestinale nella porzione terminale del colon; 3- colite ulcerosa, malattia caratterizzata da infiammazione ed ulcerazione di vaste aree della parete dell’intestino crasso. La motilità del colon ulcerato è talmente elevata che insorgono movimenti di massa per quasi tutto il giorno, rispetto ai consueti 10-30 minuti al giorno. Anche l’attività secretoria del colon aumenta notevolmente tanto da scatenare ripetute scariche diarroiche durante la giornata. La causa della colite ulcerosa è sconosciuta; alcuni clinici (medici sul campo) ipotizzano sia dovuta ad un’azione distruttiva su base allergica o immunologica, o ad un’infezione batterica cronica tuttora sconosciuta.
Da quanto detto, si evince come importanti strutture nervose deputate al controllo dell’intestino si trovano a livello di osso sacro e coccige. Dal punto di vista manipolativo, questo significa che alterati rapporti meccanici di queste due ossa oltre che delle ossa iliache, possano alterara la corretta fisiologia dell’intestino medesimo. E’, infatti, abbastanza comune manipolando tali zone ripristinare la normalità in soggetti che presentavano alterazioni in tali funzioni fisiologiche.


Bibliografia : Guyton-Hill, Fisiologia Medica, 11^edizione, Elsevier


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna