Via imbriani, 105 - Via Torino, 24 - Barletta (BT)+39 339 3551455studiosteoterrone@libero.itStudio di Osteopatia

Il sistema linfatico

Il Sistema Linfatico rappresenta una via accessoria attraverso la quale il liquido può defluire dagli spazi interstiziali al sangue ed ha la capacità, importantissima, di asportare dagli spazi tissutali le proteine e il materiale corpuscolato che non possono essere direttamente riassorbiti nei capillari sanguigni.
Senza asportazione continua delle proteine dagli spazi interstiziali, un individuo non potrebbere vivere sopravvivere più di 24 ore. Quasi tutti i tessuti del corpo hanno vasi linfatici che drenano il liquido in eccesso dagli spazi interstiziali. Fanno eccezione le parti più superficiali della cute , il SistemaNervosoCentrale, l'endomisio dei muscoli e le ossa. Quasi tutta la linfa della parte inferiore del corpo affluisce al dotto toracico,il più grande tronco linfatico, che si svuota nel sistema venoso nel punto di unione tra la vena giugulare interna e la vena succlavia sinistra. La linfa del lato sinistro del capo, del braccio sn e di alcune parti della regione toracica entra anch'essa nel dotto toracico prima di svuotarsi nelle vene. La linfa del lato ds del collo, della testa, del braccio ds e di parti dell'emitorace ds entra nel dotto linfatico ds e si svuota nel sistema venoso all'unone tra la vena succlavia ds e la vena giugulare interna. La linfa che scorre nei vasi linfatici deriva dal liquido interstiziale, quindi quella che entra nei terminali linfatici ha quasi la stessa composizione del liquido interstiziale. Circa i 2/3 di tutta la linfa deriva dai tessuti epatici ed intestinali. Il sistema linfatico è anche una delle principali vie di assorbimento del tratto gastrointestinale, essendo responsabile dell'assorbimento dei grassi. La circolazione linfatica è assicurata oltre che dalla contranzione intrinseca delle pareti vasali linfatiche, in ordine d'importanza, dai seguenti fattori : contrazione dei muscoli scheletrici circostanti, movimenti di parti corporee, pulsazioni di arterie vicine ai vasi linfatici, compressione passiva esterna al corpo. La circolazione linfatica aumenta notevolmente (da 10 a 30 volte) durante attività fisica, diminuendo notevolmente quando si è a riposo. Il sistema linfatico funziona come un meccanismo a straripamento che riporta in circolo le proteine e il liquido interstiziale in eccesso.
In passato si riteneva che i tessuti corporei fossero tenuti insieme unicamente dalle fibre del tessuto connettivo. In effetti, in molte parti del corpo le fibre di tessuto connettivo sono assenti, soprattutto in quelle zone dove i tessuti scivolano gli uni sugli altri, come nella cute del dorso della mano o del volto. In questi punti i tessuti sono tenuti assieme dalla pressione negativa del liquido interstiziale che di fatto costituisce un vuoto parziale. Quando i tessuti perdono la loro pressione negativa il liquido si accumula negli spazi e determina una condizione nota come edema.
Bibliografia : Fisiologia Medica, A.C Guyton, Elsevier.
in News
on 11 Novembre, 2015
Creato: 12 Settembre, 2019
Ultima modifica: 12 Settembre, 2019
Visite: 1071


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna