Via imbriani, 105 - Via Torino, 24 - Barletta (BT)+39 339 3551455studiosteoterrone@libero.itStudio di Osteopatia

L'OMS grida al lupo al lupo. Cui prodest ?

La notizia:"Il consumo di carne rossa lavorata fa aumentare il rischio di cancro, al pari di sigarette, arsenico, alcool, amianto, ecc. ..." Fino a ieri coloro che affermavano queste tesi erano bollati come "talebani", disinformatori, ciarlatani. Ora che ad affermarlo è niente meno che l'O.M.S. (Organizzazione mondiale per la sanità), ovvero il massimo organo competente a livello sanitario nel mondo, tutti tacciano o meglio sono assenzienti.
Qualche giorno dopo Roberto Bertollini, rappresentante dell'O.M.S. presso l'Unione Europea, si è affrettato a chiarire le l'Agenzia per cui lavora non intendeva assolutamente negare il consumo di carne rossa, ma che nell'ambito di studi effettuati sulle cause generatrici delle varie forme di Cancro. In particolare ha affermato in un'intervista rilasciata ad ADNKronos Salute "La comunicazione può essere stata non sufficientemente chiara. Non abbiamo detto che non si deve mangiare la carne - spiega - ma che la carne processata ha un potere cancerogeno per ragioni di carattere biologico relative alla sua preparazione e che la carne rossa è probabilmente anch'essa cancerogena. Questo vuol dire che, nel quadro di un'alimentazione bilanciata, essendo la carne anche una fonte di elementi nutritivi come proteine, ferro e vitamine, la raccomandazione è evitare per quanto possibile le carni processate e limitare le carni rosse". A questo punto, sorgono spontanee alcune domande: perchè ad un certo punto l'OMS ha deciso di fare tali dichiarazioni ? e perchè poco dopo si sono affrettati a chiarire le dichiarazioni precedentemente fatte? Cui prodest ?
in News
on 11 Novembre, 2015
Creato: 12 Settembre, 2019
Ultima modifica: 12 Settembre, 2019
Visite: 868


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna